Crea sito

Sugo al nero di seppia

Il sugo al nero di seppia è un condimento della tradizione italiana diventato ormai comune nella cucina di molte regioni del nostro paese. In origine nasce come piatto di “recupero” nel senso  che i pescatori usavano  insaporire le seppie ed i relativi piatti di pasta appunto con il “nero” in modo da non sprecare nulla del mollusco.

Oggi giorno la trasformazione di questo condimento è stata quasi radicale, da piatto povero, è diventato un “must”  e viene proposto in tutti i livelli di cucina, da quella “povera” da trattoria a quella gourmet dei ristoranti di alto bordo.

Vi sono alcune varianti nelle diverse ricette, che dipendono da regione a regione, noi vi proponiamo quella che abbiamo ritenuto più gustosa ed equilibrata.

Non vi reste che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • Una seppia grande di circa 800/900 gr. altrimenti un medesimo peso ottenuto con quelle più piccole
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco di qualità
  • 1 “sacchetto” di nero di seppia
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 o 2 pomodori freschi (150/200 gr.)
  • prezzemolo tritato q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per prima cosa adoperatevi per pulire la seppia (riguardo il procedimento da seguire, cliccate qui).

Pulite e pelate l’aglio, lavate con cura i pomodori quindi riduceteli a dadini.

Tritate un ciuffo di prezzemolo.

Tagliate la/le seppia/e a tocchetti non troppo piccoli. Fate sciogliere l’inchiostro contenuto nel “sacchetto” della seppia in un bicchiere di acqua tiepida.

Procuratevi ora una padella dai bordi bassi sufficientemente capiente dove verserete l’olio extravergine d’oliva, quindi unirete lo spicchio d’aglio intero che andrete a rosolare a fiamma media fino a quando non avrà raggiunto un colorito bruno. A questo punto eliminatelo scolandolo.

Aggiungete ora in padella i pomodori tagliati a cubetti e le seppie a tocchetti. Sfumate con il vino bianco poi aggiungete il nero di seppia diluito nell’acqua non prima di averlo filtrato dalle impurità tramite un colino a maglie strette.

Coprite la padella con un coperchio e cuocete a fuoco lento per circa 35 minuti, se durante la cottura il sugo si dovesse eccessivamente addensare, diluite con qualche cucchiaio di acqua calda.

Trascorso il tempo, scoperchiate, controllate che la salsa risulti essere della giusta densità, nel caso risultasse invece eccessivamente fluida, procedete ancora in cottura per qualche minuto. Assaggiate quindi salate e pepate a vostro gusto. Spolverizzate con un po’ di prezzemolo tritato.

A questo punto il vostro condimento al nero di seppia è pronto per guarnire il tipo di pasta che avrete deciso di cuocere (consiglio personale: pasta lunga ovvero spaghetti, linquine, tagliatelle).

Sugo al nero di seppia

Sugo al nero di seppia

Sugo al nero di seppia

Comments are closed.

Search
Categories