Crea sito

Ragù della nonna

Benedette le nonne che cucinavano dei ragù  dal sapore indimenticabile, in loro memoria, ancor più oggi, nell’era dei cibi precotti e delle salse da supermercato, ricche di comodità ma tristi di sapore e di genuinità, abbiamo pensato di proporvi una ricetta della (nostra tradizione) su come preparare un sugo per pasta capace fare splodere di gioia le papille gustative dei vostri ospiti rendendo memorabile anche una semplice spaghettata tra amici.

L’ingrediente principale è quello che alla fine farà la differenza pur essendo quello che nella ricetta manco compare, ovvero il tempo.

Armatevi di pazienza, quanto di seguito, necessita almeno di un’ora e mezza di cottura lenta ed amorevole; il ragù è un po’ come un bambino, bisogna coccolarlo, parlargli, condurlo per mano al lento insaporimento.

Ora bando alla poesia, passiamo alla sostanza.

Dosi per una pasta di dimensioni importanti (10/12 persone), a parer mio un ragù con i fiocchi va fatto con quantità importanti, altrimenti non si ottiene lo stesso gusto. Se casomani avanza, sarà eccellente anche il gg dopo oppure messo in freezer ed utilizzabile in seguito.

Ingredienti:

  • 350 gr. di carne tritata di manzo
  • 250 gr. di salsiccia debudellata
  • 1 cipolla grande
  • 2 gambe di sedano
  • 1 carota
  • origano
  • 400 gr. di pomodori pelati
  • 350 gr. di passata di pomodoro
  • olio di oliva (se preferite extravergine)
  • dado vegetale in granuli
  • origano q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

Prendete una pentola sufficientemente capiente, versate una buona quantità d’olio necessaria a ricoprire bene il fondo antiaderente, successivamente tagliate la cipolla, sedano e carota, versate il tutto nella padella e fate insaporire il soffritto.

Aggiungete la carne trita di manzo e la salsiccia debudellata, fate prendere gusto per circa una decina di minuti a fuoco medio rimestando costantemente.

Unite poi i pomodori pelati e la passata di pomodoro, due cucchiaini di dado vegetale in granuli (le nonne non l’avevano ma aiuta molto ad insaporire) e due pizzicate di origano.

Coperchio sulla padella e lasciate andare per almeno un’ora e mezza a fuoco minimo.

Durante la cottura mescolate di tanto in tanto, aggiustate di sale ed eventualmente aggiungete un pochino di acqua talora il preparato risultasse non sufficientemente omogeneo.

Suggerimento: piacento, potete aggiungere una buona spolverata di curcuma che dona colore, gusto e salubrità al composto.

Il nostro ragù della nonna
Il nostro ragù della nonna