Crea sito

Panna cotta alla vaniglia

La panna cottalè uno dei desser “al cucchiaio” più conosciuti ed apprezzati.

Di semplice preparazione, risulta molto versatile in quanto può essere presentato ed aromatizzato in molteplici versioni.

L’origine di questo dolce si perde nella notte dei tempi ma pare certo che la sua nascita si possa collocare geograficamente nella zona delle Langhe, ovvero dove la provincia di Cuneo si fonde con quella di Asti.

Oggi vi illustriamo la ricetta classica, al gusto vaniglia.

Ingredienti (dosi per 4 stampini)

  • 500 ml di panna liquida
  • 1 baccello di vaniglia (oppure una busta di vanillina)
  • 6 gr. di colla di pesce
  • 150 gr. di zucchero a velo
  • cacao in polvere q.b. (per la guarnizione)
  • miele q.b. (per la guarnizione)
  • 4/8 more o lamponi (per la guarnizione)

Come prima cosa prendete i fogli di colla di pesce e metteteli a bagno in acqua fredda per un quarto d’ora circa.

Procuratevi un pentolino, versatevi la panna quindi lo zucchero e la bacca di vaniglia (o la busta di vanillina) mescolando il tutto a fuoco basso in modo che il composto si scaldi senza però mai raggiungere l’ebollizione.

A questo punto, strizzate per bene la colla di pesce (che trascorsi i 15 minuti di ammollo in acqua si sarà ammobidita) ed unitela al composto di panna e zucchero. Mescolate per bene fin quando la colla non si sarà del tutto disciolta.

Prima di versare negli stampini, colate il miscuglio ottenuto in modo da trattenere la bacca di vaniglia ed i suoi eventuli residui dissciolti.

Preparate ora quattro formine (della capienza di circa 125 ml ciascuna), bagnatele all’interno con dell’acqua (oppure con del liquore, se gradite donare ulteriore aromatizzazione) per agevolare il distacco una volta rassodato il composto.

Versate quindi il preparato ancora caldo negli stampini, lasciateli freddare quindi metteteli a rassodare in frigorifero per almeno 5/6 ore.

Trascorso il tempo, prendete gli stampini, immergeteli per qualche secondo in acqua bollente (vi aiuterà nel distaccare la panna dallo stampo) quindi rivoltate singolarmente nel piatto da dessert.

Guarnite ora a piacere, noi abbiamo usato un filo di miele millefiori, una mora (o un lampone) e del cacao in polvere per donare un po’ di colore e di contrasto al piatto.

Ora siete pronti per presentare il dessert ai vostri ospiti.

Panna cotta alla vaniglia

Panna cotta alla vaniglia

 

 

 

Comments are closed.

Search
Categories