Crea sito

Panko

Avendo iniziato ad apprezzare la cucina giapponese, abbiamo voluto provare a cimentarci in qualche piccola preparazione riguardante questa strepitosa ed affasciante cucina orientale.

Oggi vi proponiamo la preparazione del panko che altro non è che la panatura che usano in giappone.

Bianco, delicato, leggero il pangrattato fatto “alla giapponese” renderà le vostre fritture ancora più deliziose. Una volta provato, credeteci, non lo abbandonerete più.

La particolarità che rende speciale questo tipo di panatura è che, durante la frittura, essa non si frigge come il pangrattato tradizionale, bensì si “gonfia”, incamerando aria che fa scivolare via la maggior parte dei grassi rendendo il cibo ancor più croccante e dorato.

Prendete nota e mettetevi all’opera.

Ingredienti:

  • pane in cassetta q.b.

Accendete il forno e portatelo in temperatura a 160° (modalità statica).

Per prima cosa procuratevi delle fette di pane in cassetta quindi con un coltello affilato, privatele del bordo esterno (crosta).

A questo punto, ripartite ciascuan fetta in quadratini delle grandezza di circa 1,5 cm per lato.

Disponete i quadratini sulla leccarda del forno precedentemente rivestita dell’apposita carta. Infornate per un paio di minuti circa,  giusto per far asciugare un po’ il pane.

Estraete quindi il tutto dal forno e lasciate intiepidire.

Trasferite ora i quadratini di pane nella ciotola del mixer e frullate in modo che il risultato sia comunque un miscuglio un po’ grossolano.

Ora spargete in maniera uniforme il panko sulla placca ed infornate nuovamente alla medesima temperatura per circa 6/7 minuti tenendo sempre in stretto controllo l’evolversi del procedimento.

Vi ricordiamo che il panko non deve cuocere bensì seccarsi bene ed uniformente acquistando alla fine un coloro leggermente dorato.

Perchè ciò avvenga è necessario, a metà del tempo, estrarre la placca e mescolare per bene il pane tritato.

Trascorsi i minuti, estraete la placca dal forno e lasciate raffreddare.

A questo punto il vostro panko è pronto per essere utilizzato per la panatura di quanto desiderate.

Consiglio: può essere conservato in un contenitore alla stregua del pangrattato.

Panko

Panko

Panko

Panko

Panko

Panko

Panko

Panko

Comments are closed.

Search
Categories