Crea sito

Mandorle di Navelli – P.A.T.

La zona di produzione della mandorla di Navelli comprende la fascia collinare e le valli integrate dell’Altopiano omonimo. Presenta una forma medio lunga, ha il guscio duro e un sapore molto gradevole. Non si identifica con una varietà ben precisa, visto che la riproduzione è avvenuta sempre attraverso la selezione dei frutti dalle migliori piante già insediate nella zona. La maturazione è tardiva, e avviene tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Circa il 90% della produzione è costituito da frutti del tipo a pasta dolce e la resa dei semi, dopo la separazione dal guscio, è del 20-22 %.

Il mandorlo può essere considerato a tutti gli effetti una coltura tradizionale. I motivi per i quali si sia diffuso tale tipo di coltivazione nell’Altopiano di Navelli sono da ricercare nella necessità, da parte delle popolazioni contadine che abitarono questi luoghi in passato, di integrare il mandorlo con le coltivazioni già esistenti, consapevoli che avrebbe dato oltre ai frutti, il legname utile alle esigenze domestiche.

Fonte: Atlante dei prodotti tradizionali D’Abruzzo – ARSSA – Agenzia Regionale per i servizi di sviluppo agricolo-abruzzo

Mandorle di Navelli P.A.T. - per la foto si ringrazia

Mandorle di Navelli P.A.T.per la foto si ringrazia

Comments are closed.

Search
Categories