Crea sito

Come pulire le cozze

Procuratevi una bacinella molto capiente, quindi riponetevi le cozze ed iniziate la procedura sciacquando più volte i molluschi sotto abbondante gettito di acqua fredda.

Con una spugnetta metallica, oppure con il dorso della lama di un coltello, iniziate a rimuovere le incrostazioni che si possono venire a creare sul guscio esterno.

Con un movimento energico, eliminate il bisso, ovvero la barbetta che fuoriesce dalla valva.

Terminata l’operazione, con una spazzola, sciacquate ulteriormente, sempre sotto l’acqua corrente, i gusci fino ad eliminarne ogni eventuale impurità rimasta.

Ora passiamo alla pulitura vera e propria dei bivalve che può avvenire sia “a freddo” che “a caldo”. Per il procedimento a freddo o a crudo che dir si voglia, prendete il guscio facendo in modo che questo si divarichi, quindi con la punta del coltello rivolta verso il basso recidete il muscolo della cozza roteando tutt’attorno al mollusco. Terminata l’operazione avrete staccato la cozza dalla valva senza rovinarla minimamente.

La pulitura “a caldo” è ancora più semplice sfruttando il vapore. Ponete le cozze in una pentola capiente, copritele con un coperchio ed accendete il fuoco  con fiamma viva.

Trascorsi alcuni minuti, i molluschi inizieranno ad aprirsi spontaneamente, a questo punto controllate le cozze una ad una, quelle che saranno rimaste chiuse, andranno buttate mentre le altre saranno pronte per essere cucinate nella maniera che meglio preferite.

Cozze

Comments are closed.

Search
Categories