Crea sito

Archive for the ‘Pane, Focacce e dintorni….’ Category

Pane alla curcuma con lievito madre

Il pane alla curcuma con il lievito madre è una preparazione gustosa ed accattivante, una piacevole variante al classico pane, d’impatto anche e soprattutto dal punto di vista cromatico.

La fragranza ed il coloro giallo intenso, colpiranno i vostri ospiti oltre che per il suo sapore leggermente speziato.

Ora non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

 

Ingredienti (dosi per 1 kg. di farina):

  • 1 kg. di farina tipo “2”
  • 5 gr. di curcuma
  • 100 gr. di lievito madre
  • 600 ml di acqua
  • 15 gr. di sale

Mescolate in una ciotola la farina con il lievito madre, la curcuma e l’acqua. Ottenuto un primo agglomerato, trasferite il tutto su un piano di lavoro ed iniziate ad impastare con decisione per alcuni minuti facendo prendere bene aria all’impasto fino ad ottenere un composto compatto.

A questo punto incorporate, un po’ alla volta il sale facendolo assorbire al composto sempre grazie ad una energica ed attenta lavorazione manuale.

Ottenuta una bella sfera di pasta, trasferitela nuovamente in una terrina capiente che andrete a ricoprire nella maniera più ermetica possibile con della pellicola trasparente. Avvolgete poi il tutto in un canovaccio. Trasferite il contenitore in luogo protetto da correnti d’aria in modo che la pasta possa lievitare adeguatamente, noi abbiamo usato il forno spento che si è rivelato perfetto per l’occasione.

Dopo 10 ore, la pasta sarà lievitata raddoppiando di volume.

Trasferite nuovamente l’impasto su un piano di lavoro (l’ideale rimane sempre l’asse in legno) e porzionate in modo da ottenere delle pagnotte quanto più possibile della stessa dimensione che andrete successivamente a distribuire sulla leccarda del forno.

Coprite il tutto nuovamente con un canovaccio e lasciate nuovamente riposare, in forno spento, per un altro paio d’ore.

Trascorso il tempo, sarete pronti per passare alla cottura.

Scaldate il forno a 200 gradi (modalità ventilata) con una ciotola di acqua all’interno in modo che la prima parte della cottura del pane sia umida affinché non si crei la crosta troppo in fretta e le pagnotte rischino di non “crescere” bene.

Quando il forno sarà in temperatura, infornate l’impasto per 15 minuti (lasciando la ciotola con l’acqua dentro). Trascorso il tempo, estraete (stando attenti a non ustionarvi) il contenitore con l’acqua e procedete con ulteriori 20/25 minuti.  A questo punto, per controllare se il pane è cotto, rivoltate una pagnotta e valutate se ha fatto la crosta ed ha preso un bel colorito dorato anche sulla base. Se così è, potete sfornare, altrimenti prolungate la cottura per qualche minuto in più.

Dopo aver estratto il pane dal forno, disponetelo, capovolto, su una griglia in modo che l’umidità ancora presente evapori più facilmente mantenendo la crosta croccante.

Una volta raffreddato, il vostro pane è pronto per essere consumato oppure riposto in freezer per essere conservato più a lungo.

Fragranza speziata.

Avvertenza: con un kg. di farina otterrete circa 1,5 kg. di pane.

Pane alla curcuma con lievito madre

Pane alla curcuma con lievito madre

 

Pane fatto in casa con lievito madre

Il pane fatto in casa con il lievito madre è una vera delizia, uno dei preparati più semplici che esistano in natura ma che al tempo stesso danno più soddisfazione ed appagamento in assoluto.

Il procedimento è un po’ articolato ma non difficile, richiede soprattutto tempo e voglia di mettere le mani in pasta. Chiaramente, se l’avete a disposizione, nulla vi vieta di impastare utilizzando la planetaria.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 1 kg. di farina):

  • 1 kg. di farina tipo “2”
  • 100 gr. di lievito madre
  • 600 ml di acqua
  • 15 gr. di sale

Mescolate in una ciotola la farina con il lievito madre e  l’acqua. Ottenuto un primo agglomerato, trasferite il tutto su un piano di lavoro ed iniziate ad impastare con decisione per alcuni minuti facendo prendere bene aria all’impasto fino ad ottenere un composto compatto.

A questo punto incorporate, un po’ alla volta il sale facendolo assorbire al composto sempre grazie ad una energica ed attenta lavorazione manuale.

Ottenuta una bella sfera di pasta, trasferitela nuovamente in una terrina capiente che andrete a ricoprire nella maniera più ermetica possibile con della pellicola trasparente. Avvolgete poi il tutto in un canovaccio. Trasferite il contenitore in luogo protetto da correnti d’aria in modo che la pasta possa lievitare adeguatamente, noi abbiamo usato il forno spento che si è rivelato perfetto per l’occasione.

Dopo 10 ore, la pasta sarà lievitata raddoppiando di volume.

Trasferite nuovamente l’impasto su un piano di lavoro (l’ideale rimane sempre l’asse in legno) e porzionate in modo da ottenere delle pagnotte quanto più possibile della stessa dimensione che andrete successivamente a distribuire sulla leccarda del forno.

Coprite il tutto nuovamente con un canovaccio e lasciate nuovamente riposare, in forno spento, per un altro paio d’ore.

Trascorso il tempo, sarete pronti per passare alla cottura.

Scaldate il forno a 200 gradi (modalità ventilata) con una ciotola di acqua all’interno in modo che la prima parte della cottura del pane sia umida affinché non si crei la crosta troppo in fretta e le pagnotte rischino di non “crescere” bene.

Quando il forno sarà in temperatura, infornate l’impasto per 15 minuti (lasciando la ciotola con l’acqua dentro). Trascorso il tempo, estraete (stando attenti a non ustionarvi) il contenitore con l’acqua e procedete con ulteriori 20/25 minuti.  A questo punto, per controllare se il pane è cotto, rivoltate una pagnotta e valutate se ha fatto la crosta ed ha preso un bel colorito dorato anche sulla base. Se così è, potete sfornare, altrimenti prolungate la cottura per qualche minuto in più.

Dopo aver estratto il pane dal forno, disponetelo, capovolto, su una griglia in modo che l’umidità ancora presente evapori più facilmente mantenendo la crosta croccante.

Una volta raffreddato, il vostro pane è pronto per essere consumato oppure riposto in freezer per essere conservato più a lungo.

Fragranza casalinga.

Avvertenza: con un kg. di farina otterrete circa 1,5 kg. di pane.

Pane fatto in casa con lievito madre

Pane fatto in casa con lievito madre

Pane fatto in casa con lievito madre

Focaccia

La focaccia è uno dei prodotti da forno più popolari ed apprezzati nella tradizione alimentare del nostro paese.

Le sue origini sono antichissime, le ricette e le varianti sono molteplici se non quasi infinite.

Gli ingredienti di base sono sempre gli stessi, ovvero farina, acqua, sale, lievito e quasi sempre olio. Partendo da qui, poi, da regione a regione, da paese a paese si sono sviluppate tantissime variabili, una più gustosa, saporita ed intrigante dell’altra.

Tra le più celebri, apprezzate (e certificate), ricordiamo quella genovese, quella di Recco e quella barese.

La nostra ricetta è molto più umile e senza pretese ma comunque gustosa ed invitante. Seguendo i nostri accorgimenti otterrete una focaccia piuttosto sottile e croccante.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (4 persone):

Impasto.

  • 400 gr. di farina di tipo “2”
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 50 ml di olio d’oliva
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 250 ml. di acqua tiepida

Condimento:

  • Olio d’oliva (o extravergine) q.b.
  • Sale grosso
  • Rosmarino

Procuratevi un miscelatore manuale, riempitelo con i 250 ml di acqua tiepida a cui andrete ad aggiungere il lievito di birra sbriciolato a mano e l’olio d’oliva. Shakerate per bene in modo che gli ingredienti si mescolino alla perfezione facendo attenzione soprattutto al fatto che il lievito si sciolga al meglio.

Incorporate ora il miscuglio appena ottenuto alla farina che precedentemente avrete riposto in una ciotola. Iniziate ad impastare, prima con l’aiuto di una spatola poi a mano fin quando non otterrete un impasto morbido e soffice.

A questo punto lasciate lievitare per 35/40 minuti, se avete tempo, anche un’oretta (in forno spento con la luce accesa).

Trascorso il tempo, non vi resta che stendere la pasta sulla leccarda del forno (precedentemente foderata con l’apposita carta), lasciate ancora riposare in forno con la luce accesa per un quarto d’ora quindi, ungetevi le mani non l’olio e provvedete, con le dita, a creare le classiche fossette in superficie.

Completate il condimento con  del sale grosso e degli aghetti di rosmarino.

Infornate in modalità statica preriscaldata a 200° per circa 20/25 minuti o comunque fin quando la pasta in superficie non sarà perfettamente dorata.

Sfornate, porzionate e servite ai vostri ospiti. La focaccia sarà ottima e croccante sia calda che anche qualche ora dopo a temperatura ambiente.

Saporita delizia.

Focaccia

I “Cuddruriaddri” ricetta by Agostino Falcone

Parola del giorno: Cuddruriaddri, tradizionale piatto cosentino, preparato in casa soprattutto nella vigilia dell’Immacolata.

Il loro nome deriva dal greco «κολλυρα» = «collura», ovvero ciambella, pane grossolano, focaccia o pane biscottato. La pronuncia “cuddruriaddru” è tipica della città di Cosenza.

Come accade spesso quando si affronta una ricetta tipica regionale, le versioni dei cuddruriaddri cambiano da paesino a paesino, come cambia il loro nome e alcuni passaggi della preparazione. Quindi le preparazioni variano molto in base alla località calabrese, dal tipo di farina usata (0,00 semola di grano duro) alla percentuale di patate sulla farina (100%,50%, nessuna in alcune zone), dosi di lievito e tempi di lievitazione, formatura dei panetti etc.

Ingredienti:

1 Kg. Di farina

500 gr. di patate (da pesare dopo averle lessate)

Che patate usare per i cuddruriaddri?

I calabresi direbbero i patati da’ Sila, ovviamente, una patata a pasta gialla IGP con amido superiore alla media. In alternativa una patata a pasta gialla sarebbe ideale. (non novelle)

E’ consigliabile passare le patate al passaverdura con filtro a maglia stretta invece che con lo schiacciapatate. Lessarle e farle freddare.

 

200/300g di acqua (quella della cottura delle patate) in base a quanto ne assorbe la farina (dipende dalla forza della farina che si usa)

36 gr. di sale

25 gr. di lievito di birra fresco

Impastare e incordare, fare prima lievitazione (fino al raddoppio) – poi formare i panetti da 80 gr. l’uno e far lievitare al caldo per 2/3 ore

Friggere in abbondante olio di arachidi o girasole.

Formando con le mani il buco della ciambella, mettere in olio bollente e aiutandosi con il manico di una palettina giare all’interno della ciambella in modo da non far restringere il buco. (come da foto)

Servire caldi e possibilmente accompagnati da una buona soppressata .

“Cuddruriaddri!

“Cuddruriaddri”

 

Sfoglia stracchino e prosicutto

Primo piatto velocissimo, semplice, saporito e sfizioso.

Una validissima alternativa alla classica focaccia o alla pizza.

Si prepara davvero in pochi minuti.

Prendete nota e mettetevi all’opera.

Ingredienti (per un rotolo di sfoglia rotondo; 1/2 persone)

  • 1 rotolo di sfoglia rotondo
  • 200 gr. di stracchino
  • 3 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 2 fette di prosciutto cotto
  • 1 rametto di rosmarino

Scadate il forno e portatelo in temperatura a 180 gradi.

Srotolate la sfoglia e distendetela su un piano di lavoro.

Prendete lo stracchino e spalmatelo in maniera uniforme su tutta la superficie della pasta.

Cospargete quindi con il formaggio grattugiato quindi distribuite uniformemente il prosciutto cotto precedentemente ridotto a tocchetti.

Terminate la guarnizione cospargendo con un po’ di rosmarino.

Infornate il tutto per 7/8 minuti tenedo comunque sempre ben sotto controllo la cottura onde evitare che la vostra preparazioni si bruci o rimanga comunque abbrustolita.

Appena si formerà la classica ed appetitosa crosticina dorata sulla superficie della sfoglia, sfornate, tagliate e presentate ai vostri ospiti.

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

Sfoglia stracchino e prosciutto

 

 

 

 

 

Pizza

Ecco la nostra grande passione culinaria, il nostro piatto preferito per antonomasia….l’ adorata PIZZA!

Dobbiamo ammettere che gli ingredienti e le dosi sotto riportate per l’impasto erano state inizialmente pensate per creare delle focacce farcite (venute benissimo) ma poi abbiamo voluto provare a trasformare questo tipo di preparato anche in pizza: risultato eccellente.

Non vi resta che mettere le mani in pasta.

Ingredienti (dosi per 4 pizze):

  • 500 gr. di farina 00
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 150 ml di latte
  • 120 ml di acqua
  • sale q.b.
  • 1 bustina di lievito per preparazioni salate

Versate la farina, il lievito, l’olio ed una bella pizzicata di sale in un contenitore ampio e capiente. A parte unite l’acqua al latte e mescolate per bene. Incorportate a filo il liquido alla farina ed iniziate ad impastare con cura gli ingredienti. Dopo alcuni minuti  la pasta inizierà a compattarsi, a questo punto trasferite il composto su un piano da lavoro comodo e ben infarinato. Continuate ad operare fin quando otterrete un risultato omogenero, compatto e soffice.

Ora tagliate l’impasto in quattro parti pressocè uguali. Con l’aiuto di un mattarello spianate la pasta rendendola più sottile e rotonda possibile. Otterrete 4 dischi di pasta piuttosto grandi e sottili.

A questo punto, per condire la vostre pizze…e soltanto necessario seguire i vostri gusti personali oltre che la fantasia (quella in foto è farcita con salsa di pomodoro-mozzarella-prosciutto-pesto e acciughe).

Una volta approntate le vostre pizze, infornatele  a 200° per circa 7/8 minuti o comunque fin quanto il bordo risulti ben dorato.

Sfornate e servite subito in tavola.

Uno spettacolo di bontà e di profumi.

Pizza pesto-prosciutto-aggiughe

Pizza pesto-prosciutto-acciughe

Pizza pesto-prosciutto-acciughe

Pizza pesto-prosciutto-acciughe

 

 

 

Toast che passione….

Il nostro spuntino preferito? ….ovviamente il mitico toast farcito….una bontà eccezionalmente semplice e gustosissima.

Una botta di energia  con una preparazione elementare.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 8 fette di pancarrè
  • 8 fette di prosciutto.
  • 4 sottilette (o formaggio fondente)
  • 4 cucchiai di insalata russa o capricciosa

Scartate il pancarrè, disponetene sul piano di lavoro 4 fette quindi adagiatevi sopra la prima fetta di prosciutto, poi una sottiletta e successivamente un’ altra fetta di prosciutto.

Nel frattempo accedente la tostiera, attendete che acquisti temperatura poi inserite il vostro toast.

Lasciatelo dorare per qualche minuto.

Una volta cotto, estraetelo , apritelo ed aggiungete una cucchiaiata di insalata russa (o capricciosa).

Il vostro toast ora sarà completo e pronto per essere gustato.

Una delizia.

Toast....

Toast….

 

 

 

Focaccia farcita

Era un po’ di tempo che ci frullava per la mente l’idea di provare a fare questa ricetta, l’altra sera abbiamo messo in pratica l’azzardo con un risultato molto soddisfacente. Sicuramente ci saranno altre repliche.

Il grosso vantaggio di questa preparazione sono la semplicità e la rapidità dei tempi di esecuzione.

Ecco a voi la ricetta:

Ingredienti (dosi per 2 focacce farcite):

  • 500 gr. di farina 00
  • 100/120 gr. di stracchino
  • 6 fette di prosciutto
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 150 ml di latte
  • 120 ml di acqua
  • sale q.b.
  • 1 bustina di lievito per preparazioni salate

Versate la farina, il lievito, l’olio ed una bella pizzicata di sale in un contenitore ampio e capiente. A parte unite l’acqua al latte e mescolate per bene. Incorportate a filo il liquido alla farina ed iniziate ad impastare con cura gli ingredienti. Dopo alcuni minuti  la pasta inizierà a compattarsi, a questo punto trasferite il composto su un piano da lavoro comodo e ben infarinato. Continuate ad operare fin quando otterrete un risultato omogenero, compatto e soffice.

Ora tagliate l’impasto in quattro parti pressocè uguali. Con l’aiuto di un mattarello spianate la pasta rendendola più sottile e rotonda possibile. Otterrete 4 dischi di pasta piuttosto grandi.

Accendete il forno e portatelo in temperatura a 180°

Procuratevi una teglia da forno rotonda (dal diametro di circa 24 cm se possibile), rivestitela dell’apposita carta ed adagiatevi uno dei dischi di pasta (bucherellate con una forchetta in modo che essa respiri).

Aggiungete le fette di prosciutto e lo stracchino. Chiudete la preparazione con il secondo strato di pasta curandovi di sigillare bene i bordi tutt’attorno.

Colate un filo d’olio extravergine in superficie e qualche grano di sale grosso

Ripetete lo stesso procedimento con gli altri due dischi di pasta rimasti, magari cambiando gusto della farcitura.

Non vi resta che infornare per una decina di minuti (tenete comunque ben d’occhio la cottura), quando la superficie della vostra focaccia sarà ben dorata, sarà giunto il momento di sfornare.

Servite in tavola non prima di aver tagliato a spicchi.

Farete un figurone.

Consiglio: come accennato prima, la farcitura della focaccia è assolutamente a a vostro gusto, vi potete sbizzarrire come meglio credete, ad esempio, la nostra seconda infornata, quella fatta con l’impasto rimasto, è stata imbottita con speck e brie. Ottima.

Accorgimento: invece di far cuocere in forno, potete provare direttamente con una padella sul fuoco. In questo caso, dovrete rivoltare un paio di volte (ogni 3/4 minuti) la vostra focaccia (come se fosse una frittata) affinchè cuocia bene su entrambi i lati.

Trancio di focaccia

Trancio di focaccia

Focaccia intera

Focaccia intera

 

 

 

Search
Categories