Crea sito

Archive for the ‘*Sughi, salse e condimenti*’ Category

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

La crema di formaggi aromatizzata ai porri è una salsa molto versatile, può essere utilizzata come accompagnamento alla polenta, come condimento per la pasta oppure con farcitura di cannelloni, lasagne o pasta al forno.

Dal sapore deciso, avvolgente e generoso, tipico del nostro Piemonte, questo condimento vi conquisterà senza mezzi termini.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 6/8 persone):

  • 1 porro (meglio se quello di Cervere P.A.T)
  • 150 gr. di stracchino (o crescenza)
  • 150 gr. di ricotta fresca
  • 150 gr. di Gorgonzola (dolce o forte a vostro gusto)
  • 150 di formaggio grattugiato a pasta dura (pecorino, Grana Padano, Parmigiano Reggiano)
  • 1 confezione di panna da cucina
  • 3 bicchieri di latte
  • pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Per prima cosa pulire e lavare il porro quindi dotandosi di tagliere e coltello, ridurlo a rondelle non troppo sottili.

Procuratevi un tegame sufficientemente capiente, versatevi un filo di olio extravergine d’oliva, quindi il porro. Lasciate rosolare il tutto a fuoco medio per qualche minuti ovvero fin quando la verdura non sarà “appassita”.

A questo punto aggiungete lo stracchino (o crescenza), poi la ricotta, la panna quindi il formaggio grattugiato. Ricoprite il tutto con i tre bicchieri di latte quindi fate sciogliere pian piano i formaggi a fuoco basso mescolando in continuazione.

Quando avrete ottenuto una salsa già abbastanza corposa, aggiungete per ultimo il gorgonzola tagliato a tocchetti. Fate in modo che sciolga anch’esso utilizzando la medesima procedura attuata in precedenza.

Quando il miscuglio di formaggi si sarà trasformato in una crema sufficientemente densa, spegnete il fuoco, condite con una macinata di pepe ed amalgamate ulteriormente in modo che i sapori si fondano alla perfezione.

Non vi resta ora che usare la preparazione per l’uso che meglio gradite.

Una vera leccornìa.

Crema ai formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

Crema di formaggi aromatizzata ai porri

 

Salsa di pomodori datterini e basilico

Oggi vi suggeriamo come preparare una salsa leggera e molto saporita, ideale per condire la vostra pasta (ripiena o non) oppure per rendere gustosissimi i vostri gnocchi.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti:

  • 400 gr. di pomodori datterini
  • 500 gr. di salsa di pomodori datterini
  • brodo vegetale (2 mestoli)
  • 1 cipolla rossa
  • 5/6 foglie di basilico
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.

Per prima cosa lavate con cura i pomodorini che poi andrete a smezzare.

Pulite e pelate la cipolla rossa che poi ridurrete in un trito non troppo sottile.

Procuratevi ora una padella piuttosto capiente, versatevi un filo d’olio extravergine d’oliva che farete poi scaldare a fiamma non troppo alta. Aggiungete quindi il trito di cipolla, soffriggete per qualche minuto fin quando non “appassirà”.

A questo punto unite i pomodorini smezzati (se preferite potete farli sbollentare, interi, in precedenza quindi pelarli. Noi abbiamo preferito aggiungerli crudi e con la buccia, cosa che rende il sugo più rustico e saporito).

Stufate poi il tutto per una decina di minuti a fuoco basso, trascorso il tempo incorporate la salsa di datterini ed un mestolo di brodo vegetale (su come farlo, cliccate qui) che puo essere eventualmente sostituito da un po’ di dado vegetale.

Portate a cottura, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, per un’ulteriore quarantina di minuti a fiamma bassa aggiungendo un po’ alla volta il restante brodo facendo il modo che il risultato finale sia non troppo asciutto.

Il vostro sugo è ora pronto per condire i vostri primi piatti.

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

Sugo di pomodori datterini e basilico

 

 

Salsa morbida al Parmigiano

Oggi vi presentiamo una vera a propria delizia, una crema semplice da preparare che può essere utilizzata nelle più disparate situazioni a gusto e fantasia di chi cucina.

Non  vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti:

  • 500 gr. di latte intero fresco
  • 200 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 40 gr. di farina di grano di tipo 2
  • 50 gr. di burro

Per prima cosa fate scaldare il latte (non dovrà bollire) in una pentola sul fuoco oppure in una ciotola nel forno a microonde.

A parte, in una casseruola dai bordi alti, fate sciogliere dolcemente il burro a fiamma bassa. A questo punto aggiungete la farina poco alla volta setacciandola. Mescolate il tutto in continuazione aiutandovi con un frustino da cucina lasciando cuocere a fuoco basso fino ad ottenere un composto denso dal colore dorato.

Aggiungete quindi il latte riscaldato (un mestolo alla volta) continuando a mescolare senza smettere e mantenendo bassa la fiamma del gas.

Continuate la cottura fin quando il miscuglio si sarà addensato a dovere quindi rimuovete la pentola dal fuoco per poi incorporare un poco alla volta il Parmigiano mescolando sempre con il frustino.

Proseguite l’operazione fin quando non otterrete una crema dalla consistenza piuttosto densa.

A questo punto la vostra salsa sarà pronta per essere utilizzata per lo scopo che riterrete più opportuno.

Senza dubbio, una delizia.

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

Crema al Parmigiano

 

 

Fonduta al Raschera D.O.P.

Oggi vi presentiamo una fonduta preparata con uno dei formaggi tipici del cuneese, ovvero il Raschera D.O.P.

Otterrete una salsa molto saporita e profumata, ideale per condire gnocchi, ravioli, cruset della Valle Stura e ravioles della Val Varaita.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 250 di Raschera D.O.P.
  • 2 tuorli d’uovo
  • 800 ml. di latte intero
  • 25 gr. di burro

Per prima cosa prendete il Raschera D.O.P. e tagliatelo in piccoli quadratini che poi andrete a mettere in una ciotola sufficientemente capiente. Ricoprite poi il formaggio con il latte e lasciate riposare per almeno un’oretta, se non avete premura, anche due.

Trascorso il tempo, procuratevi un tegame dove andrete a versare latte e formaggio.

Ora, cuocendo a bagnomaria, oppure a fiamma molto bassa, aggiungete il burro e fatelo sciogliere dolcemente mescolando con continuità aiutandovi con un cucchiaio di legno oppure una frusta da cucina. Unite ora i due tuorli d’uovo senza mai smettere di rimestare (meglio se usando la tecnica del basso verso l’alto).

Lasciate raddensare fin quando non otterrete un composto vellutato e giustamente cremoso (serviranno una quindicina di minuti circa).

A questo punto la vostra fonduta e pronta per essere usata nel modo che riterrete più opportuno.

 

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

20160109_194806[1]

Fonduta di Raschera D.O.P.

Fonduta di Raschera D.O.P.

Pesto di rucola

Dobbiamo ammettere che, non avendola mai assaggiata prima, eravamo un po’ scettici riguardo la golosità di questa salsa. Nulla di più sbagliato. Uno dei pesti più buoni e gustosi che abbiamo mai gustato.

Facile da preparare, ideale per ogni occasioni, un vero e proprio portento.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti:

  • 100 gr. di rucola
  • 10 foglie di basilico
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 50 gr. di Pecorino Romano grattugiato
  • 50 gr. di pinoli
  • 150 gr. di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio (meglio se quello di Caraglio)
  • 1 pizzico di sale

Per prima cosa pulite e mondate per bene la rucola ed il basilico quindi asciugate gli aromi con molta cura.

Spelate lo spicchio d’aglio quindi privatelo dell’animella centrale.

A questo punto procuratevi la tazza di un mixer dove andrete a mettere il basilico, la rucola, i pinoli, il Parmigiano Reggiano grattugiato, l’aglio ed il Pecorino Romano anch’esso grattugiato.

Pizzicate di sale.

Irrorate con un po’ di olio extravergine d’oliva.

A questo punto iniziate l’operazione di frullatura, a bassa velocita, quindi aggiungete, un poco alla volta il restante olio ad intervalli regolari.

Continuate a miscelare fin quando non otterrete una crema morbida e ben amalgamata.

Il vostro presto è ora pronto per essere impiegato nel modo che riterrete più opportuno.

 

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Pesto di rucola

Sette sapori

La ricetta che oggi vi proponiamo è l’ideale insaporitore fai da te.

Sano, gustoso e semplice da preparare, con pochi e facili passaggi avrete il condimento pronto per tutti i vostri manicaretti, senza dover più dover acquistare preparati industriali di dubbia salubrità.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (per 6 vasetti medio/piccoli)

  • 400 gr. di carote
  • 400 gr. di sedano
  • 400 gr. di cipolle
  • 2 gr. di aglio
  • 2 gr. di prezzemolo
  • 2 gr. di rosmarino
  • 550 gr. di sale grosso

La preparazione di questo condimento è molto semplice e rapida, l’operazione che richiede più tempo è sicuramente quella di mondatura delle verdure.

Per prima cosa, appunto, procuratevi l’attrezzatura necessaria e pulite con cura le verdure quindi lavatele sotto abbondante getto di acqua fredda.

Stendete quindi il tutto su un canovaccio e lasciate che si asciughi in maniera perfetta (condizione essenziale e fondamentale perchè il trito finale poi si possa conservare in maniera adeguata).

A questo punto riducete le verdure ad un trito non troppo fine per poi trasferirlo in una ciotola sufficientemente capiente dove andrete ad incorporargli il sale grosso.

Mischiate con cura e lasciate riposare per almeno un paio d’ore.

Trascorso il tempo, rimestate ancora una volta con cura e pazienza quindi procedete ad invasare il miscuglio ottenuto.

Chiudete i barattoli con forza.

Il vostro condimento è ora pronto per essere riposto in dispensa ed usato all’abbisogna.

Una volta aperto, il prodotto va conservato in frigorifero.

Avvertenze: ricordatevi che il condimento risulterà piuttosto salato, dunque usatelo con parsimonia senza esagerare.

 

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Sette sapori

Pesto di pistacchi

Eccovi una ricetta molto gustosa, una preparazione in cui il gusto saporito e vivace dei pistacchi lo fa da padrone. Indicato per condire qualunque tipo di pasta, renderà davvero speciale i vostri primi piatti.

Ottimo anche su crostini o pane abbrustolito.

Ingredienti (per circa 400 gr. di pesto):

  • 200 gr. di pistacchi sgusciati (consigliamo di usare quelli di prima qualità, meglio ancora se quelli di Bronte)
  • 40 gr. di pecorino grattugiato
  • mezzo spicchio d’aglio
  • 100 ml. di olio extravergine di oliva
  • 10 foglie di basilico
  • 100 ml. di acqua
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per prima cosa, procuratevi un pentolino, riempitelo d’acqua che poi porterete ad ebollizione.

A questo punto, prendete i pistacchi già sgusciati in precedenza quindi immergeteli nell’acqua e lasciateli bollire per qualche minuto ovvero il tempo necessario affinche la buccia esterna si ammorbidisca.

Scolate il tutto quindi pelate i pistacchi e riponeteli nella ciotola di un frullatore dove unirete successivamente il pecorino grattugiato, l’olio extravergine d’oliva, lo spicchio d’aglio e le foglie di basilico.

Tritate il tutto per qualche secondo, quindi aggiungete l’acqua.

Azionate nuovamente le lame fin quando non otterrete un composto omogeneo e cremoso.

Spegnete dunque il frullatore, salate e pepate a piacere quindi con una spatola rimestate con cura in modo che i sapori si amalgamino alla perfezione.

Il vosto presto di pistacchi è ora pronto per essere impiegato immediamente oppure congelato.

 

Pesto di pistacchi

Pesto di pistacchi

Pesto di pistacchi

Pesto di pistacchi

Ragù alla bolognese aromatizzato ai fughi porcini

Il ragù alla bolognese è, di per sè, un tripudio si sapori, una leggenda per il palato di ogni buongustaio. Noi abbiamo provato ad arricchirlo ulteriormente aggiungendo il profumo dei nostri splendidi funghi porcini piemontesi.

Per cucinare questa strepitosa bontà non vi resta che….prendere nota e mettervi all’opera.

Tenete presente che, per ottenere un ragù eccellente, a parer mio, servono dosi importanti, dunque, quelle di seguito saranno sufficienti per condire la pasta per almeno 12/14 persone.

Detto questo, il ragù che eventualmente avanzerete, potrete tranquillamente congelarlo, quando lo impiegherete in un secondo momento, sarà comunque e sempre eccellente.

Ingredienti :

  • 350 gr. di carne tritata di manzo
  • 250 gr. di salsiccia debudellata
  • 1 cipolla grande
  • 2 gambe di sedano
  • 1 carota
  • origano
  • 400 gr. di pomodori pelati
  • 350 gr. di passata di pomodoro
  • 1 fungo porcino di medie dimensioni
  • olio di oliva (se preferite, extravergine)
  • dado vegetale in granuli
  • origano q.b.
  • sale q.b.

Per prima cosa pulite con cura il fungo porcino (su come fare, cliccate qui) e riducetelo a cubetti, quindi mondate con cura le verdure.

Prendete una pentola sufficientemente capiente, versatevi una buona quantità d’olio necessaria a ricoprirne il fondo, successivamente aggiungete il trito precedentemente approntato con cipolla, sedano e carota. Fate insaporire il tutto a fuoco medio per qualche minuto.

Come avrete notato dalle foto a noi piace che il preparato per il soffritto sia piuttosto grossolano ma se voi gradite un trito più fine va benissimo lo stesso.

Aggiungete la carne macinata, poi la salsiccia debudellata e fate prendere gusto per una dozzina di minuti a fuoco medio mescolando costantemente.

Quando il composto risulterà ben dorato unite il fungo a dadini e,dopo un paio di minuti, i pomodori pelati e la passata di pomodoro, due cucchiaini di dado vegetale in granuli (le nonne non l’avevano ma aiuta molto ad insaporire) e due pizzicate di origano.

Coperchio sulla padella e lasciate consumare per almeno un’ora e mezza (se poi sono due ore, meglio ancora) a fuoco minimo .

Durante la cottura mescolate di tanto in tanto, aggiungete un pochino di acqua talora il preparato risultasse non sufficientemente omogeneo quindi, eventualmente, aggiustate di sale.

A questo punto il vostro ragù sarà pronto per rendere leggendario qualsivoglia vostro primo piatto.

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

Ragù alla bolognese aromatizzato ai funghi porcini

 

Pesto alla calabrese

Oggi vi proponiamo un gustosissimo condimento di origine calabrese per i vostri primi piatti .

Un mix di ingredienti che renderanno saporita e golosa la vostra pasta con cui conquisterete sicuramente il palato dei vostri ospiti.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti:

  • 200 gr. di peperoni
  • 8 cucchiai di olio di oliva
  • 200 gr. di ricotta fresca
  • 50 gr. di cipolle rosse di Tropea I.G.P.
  • 2 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • 3 cucchiai di Pecorino Romano D.O.P.
  • mezzo cucchiaino di peperoncino piccante in polvere
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • sale q.b.
  • pepe (facoltativo) q.b.

Lavate e pulite per bene il peperone e la cipolla quindi riducete le due verdure a julienne.

Versate un filo di olio extravergine d’oliva in tegame, fatelo scaldare quindi aggiungete la cipolla, lasciatela rosolare per un paio di minuti quindi incorporate la julienne di peperoni.

Cuocete per qualche minuto fin quando le verdure non saranno “appassite”.

Pizzicate di sale e (se gradite) di pepe. Mescolate per bene, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Trascorso il tempo, versate il tutto nella tazza del frullatore unitamente al resto degli ingredienti.

Frullate fin quando non otterrete un composto denso e cremoso.

A questo punto, il vostro pesto alla calabrese è pronto per condire il formato di pasta che preferite.

Pesto alla calabrese

Pesto alla calabrese

 

 

 

 

Pastella (light) per fritture

Come tutti sanno la pastella è uno dei composti base più usati per friggere carne, pesce e verdure.

Esistono innumerevoli ricette, tutte simili e diverse allo stesso modo, ve ne proponiamo una, piuttosto leggera e delicata che noi usiamo spesso quando vogliamo evitare di appensantire eccessivamente i cibi che andiamo a cucinare.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • 300 ml di acqua frizzante (temperatura frigo)
  • 200 gr. di farina tipo 2
  • sale q.b.

In un contenitore rompete l’uovo e sbattetelo con vigore (usando una frusta da cucina) unitamente all’acqua frizzante ed alla farina incorporata un poco alla volta.

Continuate ad amalgamare gli ingredienti fin quando non otterrete un composto spumoso e semidenso.

La vostra pastella è pronta per essere adoperata all’uso che più ne riterrete opportuno.

Pastella in versione "light"

Pastella in versione “light”

 

Search
Categories