Crea sito

Archive for the ‘******Antipasti******’ Category

Panna cotta salata al Parmigiano

La panna cotta salata al Parmigiano è un antipasto gustoso, intrigante e molto scenografico. Una ricetta con un procedimento di esecuzione semplice e rapido che vi permetterà di fare un figurone pur senza essere necessariamente degli chef stellati.

Anche gli ingredienti sono pochi e facilmente reperibili.

Un antipasto freddo ideale per tutte le occasioni e per tutte le stagioni con “effetto woow” assicurato.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (15 monoporzioni):

  • 15 stampini monoporzione in plastica monoporzione
  • 250 ml di panna da cucina
  • 150 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 gr. di acqua
  • 3 gr. di colla di pesce in fogli
  • (per la gelatina al pomodoro)
  • 120 gr. di passata di pomodoro
  • 2 gr. di colla di pesce in fogli
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale

Per prima cosa procuratevi un pentolino dove andrete a versare la panna (se troppo densa, aggiungete un paio di cucchiai di latte) per poi sciogliervi, a fiamma bassa, piano piano, il formaggio grattugiato mescolando  gli ingredienti di tanto in tanto.

Nel frattempo mettete i 3 gr. di colla in ammollo nell’acqua.

Quando il formaggio e la panna si saranno perfettamente amalgamati, aggiungete la colla di pesce e mescolate fino a quando non si sarà completamente assorbita.

Riempite quindi gli stampini con il composto  per ¾ della capienza totale.

Lasciate ora raffreddare il tutto a temperatura ambiente quindi riponete in frigorifero per almeno un paio di ore.

Nel frattempo preparate la salsa di pomodoro versando la passata in un pentolino, facendola scaldare a fuoco lieve per una decina di minuti. Condite con i due cucchiai di olio extravergine d’oliva ed un pizzico di sale.

Contemporaneamente ammollate i due gr. di colla di pesce in acqua.

Una vola pronta la salsa, unite la colla di pesce, mescolate con cura fin quando non si sarà assorbita perfettamente con la passata.

Decorate con un sottile strato tutte le monoporzioni, lasciate raffreddare a temperatura ambiente quindi per alcuni minuti in frigorifero.

Per completare la decorazione finale, noi abbiamo posto in superficie un tarallo con al centro una foglia di basilico.

La panna cotta salata di Parmigiano è ora pronta per essere servita in tavola ai vostri ospiti.

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

dav

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Panna cotta salata al Parmigiano

Tartare di barbabietola con mostarda di Dijon

La tartare di barbabietola rossa con mostarda di Dijon è un antipasto leggero ma nel contempo gustoso ed intrigante.

Molto semplice e rapido da preparare, in questo piatto si fondono alla perfezione la tipica dolcezza della barbabietola con il gusto, la piccantezza e l’acidità della mostarda di Dijon.

Antipasto adatto per tutte le stagioni, ben si adatta sia per un pranzo tra amici che per una cena più formale.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 2 barbabietole rosse precotte al forno
  • mostarda di Dijon q.b.
  • 2 denti d’aglio
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Per prima cosa pulite con cura le barbabietole precotte quindi, aiutandovi con un tagliere, riducetele a toccetti piuttosto fini.

Trasferite poi il risultato in una una ciotola da cucina.

Pelate l’aglio, tagliate i denti in due quindi privateli dell’animella interna.

Unite l’aglio alle barbabietole, quindi condite il tutto con un poco di sale, una macinata del pepe nero ed un filo di olio extravergine d’oliva.

Mescolate con cura e lasciate riposare una decina di minuti.

Trascorso il tempo, eliminate l’aglio, impiattate con cura come nella foto, premurandovi di spennellare ai lati della barbabietola con la mostarda di Dijon.

Terminate la composizione aggiungendo due gocce d’olio in superficie.

Servite in tavola ai vostri ospiti ricordando loro di mangiare la tartare di barbabietola accompagnata dalla mostarda affinchè non venga lasciata come mera decorazione.

Tartare di barbabietola rossa con mostarda di Dijon

 

 

Sformato di cavolo romanesco con bagna cauda

Lo sformato di cavolo romanesco con bagna cauda è un antipasto principalmente adatto alla stagione fredda ma che si può proporre tranquillamente durante tutto il periodo dell’anno.

Il sapore delicato del romanesco ben si coniuga con il gusto rustico e sapido della tipica salsa piemontese.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 6 persone):

  • 600 gr. di cavolo romanesco
  • 250 ml. di panna liquida da cucina
  • 5 uova
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 noce di burro
  • 25 ml di olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • per la bagna cauda (delicata), cliccate qui, oppure, (intensa) qui.

Per prima cosa lavate con cura il cavolo romano, asciugatelo per bene quindi riducetelo a cimette.

Lessate ora la verdura (preferibilmente a vapore) per cinque o sei minuti quindi scolate e lasciatela raffreddare. Schiacciate ora le cimette aiutandovi con i rebbi di una forchetta in modo da ottenere una crema  piuttosto densa.

In un ciotola a parte andate a mescolare la panna con le uova, salate e pepate a piacere.

Unite al composto appena ottenuto la crema di romanesco  rimestate con cura fino ad ottenere un composto omogeneo.

Procuratevi ora 6 formine (preferibilmente in silicone oppure in alluminio) quindi imburratele con cura.

Riempite ora ogni contenitore con l’impasto fino al limite di un cm dal bordo superiore.

Prendete infine una teglia da forno dove verserete due dita di acqua, disponete quindi le sei formine ed infornate a 200 gradi (forno preriscaldato statico) per circa 30 minuti.

Nel frattempo preparate la bagna cauda (seguite il procedimento qui indicato).

Trascorso il tempo, sfornate i vostri flan, lasciateli intiepidire quindi rivoltate le formine in un piatto, conditeli con la bagna cauda ancora fumante e servite in tavola ai vostri ospiti.

Un successo.

Flan di cavolo romanesco con bagna cauda

 

Sformato di zucchine con crema di pomodoro

Oggi siamo a presentarvi una ricetta molto semplice, gustosa e leggera. Un soffice mix di sapori ideale come antipasto da proporre in una conviviale cena tra amici ma non da sottovalutare come piatto da inserire in un pranzo formale. Insomma una pietanza davvero versatile, non eccessivamente calorica che donerà colore e scenografia al vostro pasto. Lo sformato può essere preparato sia in un unica forma (per poi essere affettato) oppure, come abbiamo deciso di fare noi, in singole monoporzioni che risultano sicuramente più facili da gestire ed impiattare.

Ingredienti (dosi per 6 monoporzioni):

  • 550 gr. di zucchine
  • 3 uova medie
  • 100 gr. di ricotta vaccina
  • 25 gr. di pecorino (o altro formaggio stagionato a pasta dura)
  • 1 spicchio d’aglio
  • 25 gr. di olio extravergine d’oliva
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • burro q.b.

Per la salsa:

  • 300 gr. di salsa di pomodoro
  • 1 cipolla bianca di medio/piccole dimensioni
  • sale q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Per prima cosa pulite e lavate con cura le zucchine, quindi asciugatele e riducetele a rondelle piuttosto fini.

Procuratevi ora una padella antiaderente dove andrete a versare un filo d’olio extravergine d’oliva, unite lo spicchio d’aglio (precedentemente sbucciato) che rosolerete fin quando non risulterà ben dorato. Scolatelo e provvedere ad eliminarlo.

Aggiungete ora le zucchine, salate e cuocete per circa 6/7 minuti premurandovi di mescolare con regolarità. Trascorso il tempo spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Nel frattempo, in un padellino sufficientemente capiente, versate un filo di olio extravergine d’oliva e la cipolla bianca tritata. Soffriggete per 3/4 minuti quindi unite la salsa di pomodoro. Salate e fate “restringere” per almeno 10 minuti. Spegnete poi il fuoco e lasciate intiepidire.

Trasferite ora le zucchine nella tazza del mixer unitamente alle uova, alla ricotta ed al formaggio grattugiato. Frullate quindi gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

Procuratevi ora gli stampini in alluminio (capacità 120/130 gr.), imburrateli con cura quindi, prima di  provvedete a riempirli in maniera uniforme, foderateli ulteriormente con della carta da forno.

Prendete ora una teglia da forno, versatevi un po’ di acqua (in modo da coprirne il fondo con un paio di cm). Posizionate poi le formine appena approntate.

Cuocete quindi in forno statico preriscaldato a 160° gradi per un’ora circa. Controllate la cottura, sfornate e lasciate intiepidire il tutto.

Trascorso il tempo, rivoltate ogni singolo tortino in un piatto, guarnitelo con un paio di cucchiai di salsa (anch’essa tiepida) e servite in tavola ai vostri ospiti. Se gradite, spolverizzate con poche scaglie sottili di formaggio.

Un successo assicurato.

Sformato di zucchine con salsa di pomodoro

 

 

Flan di zucchine con pomodorini confit

Oggi vi proponiamo un antipasto gustoso, perfetto per tutte le occasioni, dal pranzo formale, alla cena tra amici. Una piacevole variante al classico tortino accompagnato dalla fonduta o da una crema di formaggi.

Semplice da preparare, unisce economicità e facile reperibilità degli ingredienti alla rapidità nell’esecuzione.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per due flan):

  • 400 gr. di zucchine
  • 2 scalogni
  • 2 uova
  • 125 ml di panna da cucina
  • 120 gr. di formaggio grattugiato (Grana, pecorino, etc.)
  • 4/6 pomodorini confit
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.

Per prima cosa pulite con cura le zucchine, eliminate poi le estremità quindi provvedete a tagliarle a cubetti piuttosto piccoli. Pulite e pelate gli scalogni quindi tritateli piuttosto finemente.

Procuratevi ora una padella, versatevi un filo d’olio extravergine d’oliva quindi le verdure prima tagliate. Soffriggete per una decina di minuti fin quando le zucchine si saranno ammorbidite e lo scalogno appassito. Salate, pepate, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

A questo punto versate le verdure nella tazza del mixer, aggiungete le due uova, il formaggio grattugiato, la panna ed un tocco di noce moscata.

Fruttate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Prendete ora gli stampini in alluminio, ungeteli con poco burro quindi versatevi il composto.

Andate ora a disporre gli stampini in una teglia da forno riempita con un poco di acqua. Cuocete quindi in forno statico (preriscaldato) per circa 25/30 minuti a 180°.

Trascorso il tempo, sfornate, rovesciate i vostri tortini in un piatto da portata e terminate la composizione del piatto guarnendo i flan in superficie con i pomodorini confit su cui lascerete poi cadere qualche goccia di olio extravergine d’oliva per rendere ottimale il condimento.

Non vi resta che servire in tavola l’antipasto ai vostri ospiti che rimarranno sicuramente piacevolmente soddisfatti.

 

Flan di zucchine con pomodori confit

 

 

 

 

Torta di patate e speck alla birra

Un antipasto stuzzicante oppure un secondo completo e sostanzioso? A voi la scelta. Di certo siamo davanti ad un piatto dai sapori intensi, robusti ed accattivanti. Ottimo per un pranzo conviviale tra amici o una cena in famiglia, piacerà a grandi e piccini. La dolcezza delle patate si accosta in maniera perfetta alla sapidità dello speck e della pancetta affumicata. La birra infine arrotonda i sapori con la sua nota amarognola, la mozzarella sciolta in cottura lega tutti i sapori in un perfetto assemblato di gusti.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per una teglia da 6 persone)

  • 900 gr. di patate (meglio se quelle della Bisalta )
  • 2 mozzarelle da 100 gr.
  • 2 cipolle bianche grandi
  • 8 fette di speck I.G.P.
  • 80 di pancetta affumicata tagliata a cubetti
  • 33 cl. di birra bionda
  • 1 bicchiere di latte intero
  • formaggio a pasta dura grattugiato (Grana, Parmigiano, Pecorino)
  • pangrattato (facoltativo)
  • 2 rametti di rosmarino
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Per prima cosa pulite con cura le patate,  sbucciatale e riducetele a fette piuttosto sottili aiutandovi, magari, con una mandolina.

Lasciate sgasare la birra per alcuni minuti quindi unitela al latte in un miscuglio.

Sbucciate le cipolle e tagliatele a rondelle sottili quindi soffriggetele in padella (con un po’ di olio extravergine d’oliva) fin quando non saranno dorate.

Tagliate a fettine le mozzarelle.

Procuratevi ora una teglia da forno, foderatela con le fette di speck in modo che parte di esse rimangano comunque oltre i bordi della pirofila (come da foto).

Disponete poi, alternativamente a strati, le patate, le cipolle, la mozzarella a fette e la pancetta affumicata fin quando non terminerete gli ingredienti.

Spolverizzate in superficie con un po’ di formaggio grattugiato ed un velo di pangrattato. Versate ora il miscuglio di birra e latte. Terminate con un leggero filo di olio extravergine d’oliva.

Richiudete sulla superficie della torta le fette di speck che debordano dalla teglia, guarnite con i rametti di rosmarino e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 45/50 minuti o comunque fin quando non verrà a crearsi una consistente ed appetitosa crosta dorata in superficie.

Sfornate, lasciate riposare per  15/20 minuti, porzionate e servite in tavola ai vostri ospiti.

Consiglio:

  1. la torta di patate e birra è strepitosa anche consumata il giorno successivo dopo averla riscaldata.
  2. invece di fare un’unica torta in pirofila, potete cucinare lo stesso piatto in mono porzioni, forse addirittura più comode e gestibili.

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

Torta di patate e speck alla birra

 

Caprese di pomodori e mozzarella di bufala

La caprese di pomodori e mozzarella di bufala è uno degli antipasti più conosciuti ed apprezzati della cucina italiana. Gustoso, leggero e semplicissimo da preparare è adatto per qualsiasi occasione, dalla “mangiata” tra amici alla cena più formale.

Tipica della stagione estiva, la caprese è comunque apprezzata e gustata durante tutto il periodo dell’anno.

Ora non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 2 persone):

  • 4/5 pomodori san marzano (ma potete usare altre varietà)
  • 2 mozzarelle di bufala da 125 gr.
  • 4 foglie di basilico
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • origano (facoltativo) q.b.

Pulite i pomodori, eliminate il picciolo quindi provvedete a lavarli con cura. Asciugateli poi con un canovaccio da cucina.

Scolate le mozzarelle quindi, aiutandovi con tagliere e coltello da cucina, riducetele in fette piuttosto sottili.

Terminata l’operazione ripercorrete lo stesso procedimento con i pomodori.

Procuratevi ora un piatto piano (da antipasto) dove disporrete le fette di pomodoro alternate con quelle di mozzarella in modo da ottenere anche una presentazione accattivante.

Sistemate ora le foglie di basilico (che servono come ornamento) quindi condite con un pizzico di sale, una spolverizzata di origano essiccato (se gradito) per concludere con un filo di olio extravergine d’oliva.

La vostra caprese di pomodori e mozzarella di bufala è ora pronta per essere servita in tavola ai vostri ospiti.

Delizia per grandi e piccini.

Consiglio: la caprese è meglio consumarla nell’immediatezza della preparazione, conservarla anche solo 3 o 4 ore in frigorifero fa perdere al piatto parte dei suoi inconfondibili sapori.

Caprese di pomodoro e mozzarella di bufala

Crostini di gorgonzola, fragole e glassa di aceto balsamico

I crostini di gorgonzola, fragole e glassa di aceto balsamico sono un antipasto freddo stuzzicante, intrigante e fuori dall’ordinario. Un modo davvero colorato e simpatico di sorprendere i vostri amici. La forza del gorgonzola, la delicatezza delle fragole e la corposità della glassa creano sul palato un mix di sapori davvero irresistibili.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 6 crostini):

  • 150 gr. di gorgonzola dolce
  • 12/14 fragole di Agribisalta s.r.l.
  • 6 crostini
  • glassa di aceto balsamico q.b.

Il procedimento di preparazione, più che semplice, è elementare.

Per prima cosa, tagliate il pane a fette quindi tostatele su una piastra oppure con l’aiuto di un tostapane. Se volete evitare questo procedimento, come abbiamo fatto noi, procuratevi direttamente dei crostini che si trovano in un qualsiasi supermercato.

Pulite e lavate con cura le fragole quindi sezionatele a tocchetti non troppo piccoli (almeno 1 cm di lato)

Con un coltello spalmate un corposo strato di gorgonzola sul crostino, quindi sistemate sopra le fragole.

Terminate l’opera guarnendo il tutto con un fino sottile di glassa di aceto balsamico.

Il vostro antipasto è ora pronto per essere servito in tavola ai vostri ospiti.

Semplicità e rapidità allo stato puro.

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

Crostini gorgonzola, fragole e glassa di balsamico

 

 

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

I crostini di polenta con crema di formaggi e porri è un antipasto caldo che ben si accompagna alla tradizione piemontese. Rapido da preparare, economico, gustoso e stuzzicante, si addice alla perfezione a cene conviviali tra amici ma anche a pranzi più raffinati.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 200 gr. farina di mais (può andare bene anche quella istantanea)
  • pecorino q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • su come preparare la crema ai formaggi e porri, cliccate qui

Procuratevi una pentola dai bordi alti, riempitela con un po’ di acqua e portatela ad ebollizione.

Salate, quindi iniziate ad aggiungere un poco alla volta la farina di mais mescolando continuamente.

Portate a cottura (le tempistiche variano, se usate la farina istantanea, necessiteranno solo 12/15 minuti, se adoperate quella tradizionale servirà una mezz’oretta).

Una volta pronta la polenta, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Nel frattempo provvedete a cucinare la crema di formaggi ai porri, qui troverete il procedimento da seguire

Quando la polenta si sarà perfettamente addensata, con l’aiuto di un tagliere ed un coltello, riducetela a cubetti (non troppo piccoli) il più possibile regolari.

Prendete ora una padella antiaderente fatela scaldare per bene su fiamma viva quindi aggiungete cubetti appena tagliati e fateli tostare in maniera uniforme fino a renderli perfettamente dorati e croccanti.

Ora non vi resterà che disporre accuratamente i crostini di polenta  su un piatto versandovi poi sopra una giusta quantità di crema ai formaggi. Per finire colate un filo di olio extravergine d’oliva ed una spolverizzata di pecorino in scaglie.

Il piatto è pronto per essere servito in tavola, caldo, ai vostri ospiti.

Prelibatezza.

 

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

Crostini di polenta con crema di formaggi e porri

Verza, peperoni ed acciughe in insalata con nocciole

Un antipasto? Un contorno? Un piatto unico? Scegliete voi come meglio definire quest’insalata dal sapore deciso, avvolgente, intrigante. Mangiandola si assapora la nostra terra, il Piemonte, la sua forza, il suo calore, la sua tenacia.

Non vi resta che prendere nota e mettervi all’opera.

Ingredienti (dosi per 4 persone)

  • 250 gr. di verza
  • 8 filetti di acciuga (sotto sale o sott’olio)
  • 10 nocciole del Piemonte I.G.P.
  • 3/4 filetti di peperoni sott’olio (dipende dalla grandezza)
  • formaggio a pasta dura (Grana Padano, Parmigiano, pecorino)
  • glassa di aceto balsamico q.b.
  • 1 o 2 spicchi di agliO (meglio se quello di Caraglio P.A.T.)
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

Per prima cosa lavate con cura le foglie di verza quindi provvedete a tagliarle sottilmente aiutandovi con coltello e tagliere oppure con una mandolina.

Scolate le acciughe se sono sott’olio oppure dissalatele accuratamente se sono sotto sale.

Tagliate i peperoni a listarelle sottili.

Tritate le nocciole in modo grossolano (noi le abbiamo semplicemente battute su un piano utilizzando un batticarne).

Pelate l’aglio e spartite ogni spicchio in quarti facendo attenzione, se possibile, ad eliminare l’animella interna.

Procuratevi ora una ciotola sufficientemente capiente dove andrete a sistemare la verza quindi unirete i peperoni tagliati a listarelle, i filetti di acciuga infine gli spicchi d’aglio sezionati in quarti.

Condite poi con un pizzico di sale (poco), con della glassa di aceto balsamico ed un filo di olio extravergine d’oliva.

Mescolate ora con cura gli ingredienti e lasciate riposare (se il tempo ve lo concede) per circa un paio d’ore in modo che i vari sapori si fondano perfettamente.

Ora non vi resta che impiattare quindi spolverizzare con le nocciole spezzate ed il formaggio che precedentemente avrete ridotto in scaglie.

Servite in tavola.

 

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

Verza, peperoni e acciughe in insalata con nocciole

 

 

 

Search
Categories