Crea sito

Archive for the ‘Come riconoscere un uovo fresco….’ Category

Come riconoscere un uovo fresco….

Voi direte…è semplice… che ci vuole? Leggiamo la data di scadenza sulla confezione…. Noi rispondiamo…giusto…però magari per qualche motivo avete tolto le vostre uova dalla confezione originaria oppure avete in frigo delle uova che vi ha dato il vostro vicino di casa che alleva con cura galline che mangiano solo mais e cavallette…

Di conseguenza, due consigli in merito non fanno mai male visto che è assolutamente sconsigliabile mangiare uova vecchie che possono essere causa scatenante di gravi mallattie gastrointestinali, la più conosciuta delle quali è la salmonella.

Dunque, occhio alla penna, ripetiamo, quando possibile, confidate nella data di scadenza quando non lo è, rimettetevi a questi consigli che di seguito vi andiamo ad elencare.

Inziamo con il dire che un uovo è fresco per legge nei primi 28 giorni dalla deposizione. In più, le uova di categoria A, cui appartengono tutte le uova fresche, devono avere le seguenti caratteristiche:

  • guscio e cuticola: normali, puliti, intatti;
  • camera d’aria: altezza non superiore a 6 mm, immobile; tuttavia, per le uova commercializzate la dicitura «extra», l’altezza non deve superare i 4 mm;
  • albume: chiaro, limpido, di consistenza gelatinosa, esente da corpi estranei di qualsiasi natura;
  • tuorlo: visibile alla speratura soltanto come ombratura, senza contorno apparente, che non si allontani sensibilmente dal centro dell’uovo in caso di rotazione di questo, esente da corpi estranei di qualsiasi natura;
  • germe: sviluppo impercettibile;
  • odore: assenza di odori estranei.

Detto di quella che è la legge, esistono poi alcuni “trucchi della nonna” per sapere che tipo di uova abbiamo dinnanzi in mancanza di confezione o data di scadenza a portata di mano.

Lo stratagemma più conosciuto è quello della bacinella d’acqua, ovvero, prendete un recipiente capiente, riempitelo di acqua fredda salata quindi immergetevi l’uovo, 1) se questi si adagia sul fondo orizzontalmente, significa che è fresco (diciamo deposto da meno di 7 gg). 2) Se si posiziona verticalmente (ovvero sta quasi “in piedi”) pur rimanendo sul fondo, vuol dire che è in uno stato medio di freschezza (deposto diciamo nell’arco dei precedenti 15 gg) e può essere consumato COTTO in molti modi (sodo, in camicia, al padellino, etc.) mentre non è consigliabile mangiarlo crudo o alla coque. Se invece 3) l’uovo galleggia vuol dire che è stato deposto da almeno 20 gg quindi si consiglia vivamente di gettarlo e non consumarlo.

Rompendo adeguatamente in un piatto l’uovo, se questi è fresco si presenterà  con il tuorlo sodo e l’albume gli rimarrà compatto attorno e più fluido all’esterno. Se l’uovo non è più molto fresco invece il tuorlo tende a sfaldarsi ed a mescolarsi con l’albume.

Altro accorgimento è quello di agitare l’uovo accanto all’orecchio, se non udirete alcun rumore significa che l’uovo è fresco, viceversa, se udirete una specie di scialacquio, significa che il tuorlo sbatte contro le pareti del guscio, quindi l’uovo non è fresco.

L’uovo fresco si presenta inoltre esteriormente con un guscio poroso ed opaco, mentre se non è fresco tende ad essere lucido.

Detto questo, ultimo consiglio, non acquistate MAI uova che possano presentare crepe nel guscio (o peggio ancora rotte) perchè esse possono facilmente essere preda di batteri anche molto pericolosi.

Uovo...dimmi come sei....

Uovo…dimmi come sei….

 

 

 

 

Search
Categories