Crea sito

Archive for aprile, 2014

Insalata golosa

Antipasto fresco e gustoso, con l’avvicinarci della bella stagione può diventare ideale anche come contorno.

Ingredienti (dosi per 6/8 persone)

  • 1 frittatina bianca
  • 1 frittatina verde
  • 1 robiola
  • 1 confezione di cipolline sottoaceto
  • 1 confezione di peperoni sottoaceto (o sottolio)
  • 200 gr. di prosciutto tagliato a dadini
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • aceto (facoltativo) q.b.

Per le frittatine:

  • 6 uova
  • 150 gr. di Parmigiano Reggiano o Grana Padano
  • noce moscata q.b.
  • misto di aromi (menta, borragine, coste, spinaci o quel che più vi piace)
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b. (facoltativo)

Con le 6 uova preparate due frittatine distinte, una “bianca” ed una “verde”. Per quella verde sbattete le tre uova, aggiungete gli aromi che avrete precedentemente lessato a dovere. Salate e pepate a vostro gusto. Dopo aver ben mescolato, trasferite il composto in una padella dai bordi basse e portate a cottura.

Per la frittata bianca, dopo aver sbattuto le tre uova in una ciotola, aggiungete il Parmigiano Reggiano grattugiato, un poco di note moscata, sale e pepe a piacere. Rimestate per bene il tutto, trasferite in padella e portate a cottura.

Lasciate poi intiepidire le vostre frittate, riducetele a julienne.

Tagliate la robiola a cubetti, stessa cosa fate con il prosciutto.

Affettatte i peperoni a pezzetti.

Trasferite tutti gli ingredienti in una capiente terrina e condite con olio d’oliva, sale ed aceto bianco (facoltativo).

Rimestate per bene.

Mettete la vostra insalata in frigo e lasciatela riposare per un paio d’ore in modo che gli ingredienti si insaporiscano come si deve.

Estraete dal frigo una mezz’ora prima di serviere in tavola.

Se il miscuglio dovessere risultare eccessivamente asciutto, aggiustare con i condimenti di cui sopra.

Impiattate e deliziate i vostri ospiti.

 

Insalata golosa

Insalata golosa

Tonno e piselli

Questo è forse uno dei “salvacena” per eccellenza, con l’aggiunta di un uovo sodo può diventare un piatto unico.

Ideale quando nel vostro frigo rimbalza quella tristissima nota di “eco” alpino da vuoto totale.

Ingredienti (dosi per quattro persone):

  • 400 gr di tonno sott’olio
  • 400 gr. di piselli medi
  • 1 cipolla
  • 200 gr. di passata di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b. (facoltativo)

In una padella fate scaldare un filo di olio extravergine d’oliva, aggiungete dunque la cipolla affettata finemente e lasciatela soffriggere per un paio di minuti.

Aggiungete ora la passata di pomodoro e fatela consumare per una decina di minuti allor quando aggiungerete il tonno che preventivamente avrete sgocciolato ed i piselli (anch’essi precedentemente scolati e lavati).

Aggiustate di sale ed eventualmente di pepe, ultimate la cottura.

Il vostro tonno e piselli è ora pronto per essere servito, ben caldo, in tavola.

Consiglio: come accennato prima, per chi gradische, potete aggiungere un uovo sodo affettato che completerà in maniera perfetta questo piatto molto saporito.

 

Piselli e tonno

Piselli e tonno

 

 

Quiche di zia Paola

Oggi vi proponiamo questa buonissima torta salata, semplice da preparare, gustosissima da assaporare.

Conquisterà senza dubbio i vostri ospiti, sia che la serviate come antipasto che eventualmente come contorno.

Bando alle ciance, eccovi la ricetta:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 8 carciofi
  • 8 filetti di alici sott’olio
  • 3 uova
  • 2 cipolle
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 150 gr. di provola
  • 150 ml di latte fresco
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b. (facoltativo)

Per prima cosa pulite per bene i carciofi (per sapere come, cliccate qui).

Versate un filo d’olio d’oliva in un tegame, fatelo scaldare poi aggiungete i carciofi che avrete precedentemente affettato. Saltate il tutto lasciando insaporire per qualche minuti. Salate e pepate a piacere, aggiungete mezzo mestolo d’acqua che farete evaporare pian piano.

In un altra padella scaldate un filo d’olio, aggiungete le aggiughe, lasciatele sciogliere e poi aggiungete le cipolle in precedenza finemente tagliate che lascerete appassire a fuoco basso.

Unite ora le cipolle ai carciofi, amalgamate per bene gli ingredienti facendoli sfumare con un altro mezzo mestolo di acqua. Assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale.

Accendete il forno e portatelo in temperatura a 180°.

Procuratevi una ciotola dove unite le uova al latte, aggiungete il Parmigiano Reggiano e sbattete il tutto con vigore.

Tagliatete la provola a cubettini.

Rivestite una teglia con l’apposita carta da forno che ricoprirete con la sfoglia, bucherellatela in modo che “respiri” durante la cottura.

Sistemate ora sulla sfoglia il miscuglio di carciofi e cipolle, distribuite la provola a cubetti e  versatevi sopra il composto con le uova ed il formaggio ottenuto in precedenza.

Livellate bene il tutto ed infornate per una ventina di minuti o comunque fin quando la superficie della quiche non risulterà dorata.

A cottura ultimata sfornate e lasciate intiepidire per un quarto d’ora circa dunque servite in tavola.

Quiche di zia Paola

Quiche di zia Paola

 

Pipe pomodorini zucchine e speck

Questa è una ricetta di nostra  invenzione, un esperimento che a conti fatti è riuscito benissimo.

Leggero, rapido e saporito sono caratteristiche che rendono questo primo piatto ideale per ogni occasione, dal quotidiano pranzo in famiglia alla serata di festa con gli amici.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 360 gr. di pipe rigate
  • 12/16 pomodorini piccadilly (se usate i cherry, qualcuno in più)
  • 160 gr. di speck Altoadige igp
  • 1 zucchina media (o due piccole)
  • 1 cipolla (o scalogno)
  • sale q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • Parmigiano Reggiano q.b.

Lavete e pulite con cura i pomodorini e la zucchina, pulite e sbucciate la cipolla.

Con l’aiuto di un tagliere, riducete la zucchina a tocchettini piccoli, i pomodorini a metà e la cipolla a fettine sottili.

Versate un filo d’olio extravergine d’oliva in un tegame capiente, fatelo scaldare, unite la cipolla e fatela imbiondire, unite la zucchina a pezzetti.

Fate rosolare per qualche minuto poi aggiungete i pomodorini e continuate la cottura, quando le verdure iniziano ad appassire aggiungete lo speck precedentemente tagliato a striscioline.

Lasciate cuocere ancora per qualche istante poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

In una pentola a parte, portate ad ebollizione abbondante acqua salata. A quel punto affogate le pipe che lascerete cuocere (al dente) secondo le tempistiche indicate sulla confezione.

Quando la pasta sarà pronta, scolatela bene e poi trasferitela nel tegame con il condimento.

A fuoco basso fate saltare il tutto per qualche istante in modo che la pasta si amalgami perfettamente con il condimento.

Impiattate, spolverizzate con del Parmigiano Reggiano e servite in tavola ben caldo.

Accorgimento: se preferite potete sbollentare e pelare i pomodorini, noi non l’abbiamo fatto per mantenere il sapore più vivo e rustico.

Pipe  speck pomodorini e zucchine

Pipe speck pomodorini e zucchine

Pipe  speck pomodorini e zucchine

Pipe speck pomodorini e zucchine

Pipe  speck pomodorini e zucchine

Pipe speck pomodorini e zucchine

 

 

Baci di dama

I baci di dama sono una golosissima preparazione originaria della città di Tortona.

La ricetta che vi presentiamo ci è stata suggerita da Carola che ringraziamo molto. Abbiamo assaggiato i suoi (foto), erano davvero buonissimi.

Ingredienti:

  • 250 gr. di nocciole degusciate
  • 250 gr. di zucchero
  • 250 gr. di burro
  • 350 gr. di farina 00
  • nutella q.b.

Prendete le vostre nocciole (delle Langhe mi raccomando), mettetele nel frullatore e tritandole per bene.

In una ciotola capiente, unite lo zucchero, le nocciole frullate e la farina setacciata, mescolate il tutto con cura aiutandovi con una frusta.

Quando il miscuglio sarà bene omogeneo, aggiungete il burro (a temperatura ambiente) tagliato a tocchetti.

Impastate vigorosamente con le mani prima nella ciotola, poi trasferite il tutto su una spianatoia infarinata e continuate fin quando non otterrete un panetto compatto che ricoprirete con la pellicola per poi metterlo in frigo per un’oretta a riposare.

Trascorso questo tempo, prendete il vostro impasto e suddividetelo in piccole palline appiattite da una parte (della grandezza di una piccola noce)  che riporrete sulla leccarda del forno precedentemente rivestita dell’apposita carta.

Accendete il forno e portatelo in temperatura a 180°.

Infornate il tutto per circa 10 minuti (modalità ventilato).

Lasciate poi raffreddare i vostri biscotti.

Nel frattempo mettete della Nutella in una sac-à-poche.

Freddati i biscotti, stendete un po’ di crema sulla parte piatta del biscotto e chiudete con un’altra pallina. Ripetete l’operazione fin quando non avrete competato tutti i vostri baci che andrete a disporre su una gratella in attesa che si solidifichino definitivamente.

Le vostre delizie saranno allora pronte per essere gustate.

baci di dama

baci di dama

 

 

 

 

 

 

 

Bruschette

Con l’avvicinarsi della bella stagione, le bruschette diventano le regine degli antipasti veloci e semplici. Sempre diverse e stuzzicanti, soddisfano le esigenze culinarie di grandi e piccini.

In questa occasione ve ne proproniamo di due diversi tipi con la certezza che voi sarete comunque bravissimi a crearne altre nuove e stuzzicanti.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 4 pomodori maturi e sodi
  • 8 fette di pane per bruschetta
  • 1 spicchio d’aglio
  • basilico (8/10 foglie)
  • sale q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 confezione di Philadelphia
  • 1 limone
  • salmone q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Prendete le 8 fette di pane per bruschetta e fatele tostare in modo che diventino ben croccanti.

Nel frattempo lavate per bene il basilico ed i pomodori che, con l’aiuto di un coltello, ridurrete a tocchettini. Tritate il basilico. Pulite e pelate l’aglio.

Trasferite i pomodori cubettati in una ciotola, aggiungete il basilico. Condite con sale ed olio extravergine d’oliva, mescolate il tutto per bene. Lasciate riposare per qualche minuto in modo che il composto si insaporisca.

Nel frettempo prendete una spatola (oppure un coltello) e spalmate 4 fette di pane con la Philadelphia.

In un contenitore spremete il succo di un limone, mischiatelo con un po’ d’olio extravergine d’oliva, una macinata di pepe (facoltativa) e mescolate per bene il tutto.

Prendete ora il salmone che avrete ridotto a filettini piuttosto grandi (vedi foto) ed immergetelo nel succo precendetemente approntato.

Trasferite poi il tutto sulle fette di pane già cosparse con la Philadelphia, a questo punto, metà delle vostre bruschette saranno pronte.

Non vi resta che ultimare le altre quattro sfregando lo spicchio d’aglio sulle fette di pane rimastevi.

Terminata questa operazione stendete sul pane i pomodori ridotti a dadini, completate condendo con un’ultimo filo d’olio.

Ecco le vostre 8 bruschette pronte per essere servite in tavola.

Bruschette bigusto

Bruschette bigusto

 

 

 

 

Risotto al pomodoro

Con questa ricetta andiamo a presentarvi un primo piatto molto leggero e semplice da preparare.

In pochi minuti avrete pronto in tavola un risotto comunque saporito e facile da digerire che tuttavia soddisferà anche i palati più esigenti.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

  • 360 gr. di riso carnaroli
  • 400 gr. di pomodori piccadilly (o cherry)
  • 60 gr. di Parmigiano Reggiano
  • 1 cipolla
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • brodo vegetale q.b.
  • sale q.b.

Pulite e sbucciate la cipolla, lavate con cura i pomodorini.

Mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua salata e portatela ad ebollizione, a quel punto immergete i pomodorini e fateli scottare per una trentina di secondi allor quando li scolerete.

Lasciate intiepidire i pomodori e poi privateli della buccia.

Prendete la cipolla e riducetela a fettine sottili.

Versate un filo d’olio extravergine d’oliva in una tegame capiente, unite la cipolla e fatela imbiondire.

Aggiungete dunque il riso e fatelo tostare per un paio di minuti, sfumate quindi con un paio di mestoli di brodo vegetale.

Incorporate ora i pomodorini (se volete potete aggiungere anche qualche cucchiaio di passata di pomodoro) mantenendo della giusta liquidità il vostro risotto durante la cottura con l’aggiunta progressiva del brodo man mano che il vostro composto si asciugherà.

A cottura ultimata, aggiungete il basilico che avrete preventivamente tritatao con una mezzaluna.

Togliete dunque il tegame dal fuoco, unite il Parmigiano Reggiano ed amalgamate con cura, eventualmente aggiustate di sale.

Il vostro risotto è pronto per essere servito in tavola ben caldo.

Consiglio: se gradite un gusto più corposo e qualche caloria in più, prima di unire il Parmigiano Reggiano, mantecate con una noce di burro.

 

Risotto al pomodoro

Risotto al pomodoro

 

 

 

 

Manzo affumicato con battuto di verdure

 

Antipasto davvero molto semplice e rapido da preparare. Tutto questo non inganni, sapori e gusti non mancheranno di certo.

Leggero ed appetitoso, da consigliare per la bella stagione cui andremo incontro.

Ingredienti (dosi per 6 persone)

  • 12 fette di manzo affumicato
  • 1/2 peperone california rosso
  • 1/2 peperone california giallo
  • 7/8 pomodorini piccadilly
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla rossa
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Lavate con cura i peperoni ed i pomodorini, pelate ed eliminate l’animella centrale all’aglio, sbucciate per bene la cipolla.

Unite ora tutte le verdure approntate su un tagliere e, con l’aiuto di una mezzaluna, riducete il tutto ad un trito che successivamente trasferirete in una ciotola della giusta capienza.

Condite ora secondo i vostri gusti con il sale, l’olio d’oliva ed il pepe.

Mescolate per bene e poi mettete in frigo a riposare per una mezz’oretta in modo che il tutto si insaporisca bene.

Nel frattempo prendete il manzo affumicato e disponetelo, come meglio credete, su un piatto da portata.

Prendete dunque il vostro trito di verdure condite e disponetelo sulle fette di manzo in maniera uniforme.

Guarnite ancora con un’ultimo filo d’olio.

Il vostro antipasto ora è pronto per essere servito in tavola.

Manzo affumicato

Manzo affumicato

Manzo affumicato con battuto di verdure

Manzo affumicato con battuto di verdure

 

 

 

 

Crocchette (di patate) saporite

Le crocchette di patate si possono fare in molti modi, tutti appetitosi e stuzzicanti.

La ricetta che vi proponiamo è assai rapida e semplice, un tantino più light (vista la cottura in forno) pur non lasciando da parte croccantezza e gusto.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

Per le crocchette:

  • 600 gr. di patate farinose
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano (o Grana Padano)
  • 2 tuorli di uova medie
  • 120 gr. di pancetta affumicata a dadini
  • 1/2 bicchiere di latte intero
  • 2 cucchiai di erba cipollina
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.
  • pepe q.b.
  • pangrattato q.b.

Per la panatura:

  • pangrattato q.b.
  • 1 uovo

Per la cottura in forno:

  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procuratevi le patate, lavatele per bene e fatele lessare con la buccia (o meglio ancora, pelatele, tagliatele a tocchetti e cuocetele a vapore, come abbiamo fatto noi) in pentola a pressione per circa 15/20 minuti (in pentola normale vi occorrerano circa 35/40 minuti).

Una volta cotte, lasciate intiepidire le patate poi pelatele e riducetele in purea usando uno schiacciapatate. Aggiungete ora il pepe, il sale, la noce moscata, i due tuorli d’uovo, l’erba cipollina ed il Parmigiano grattugiato.

Con l’aiuto di un cucchiaio mescolate bene il tutto facendo cadere il latte a filo in modo che il composto si ammorbidisca.

Appena l’impasto si sarà ben amalgamato, aggiungete la pancetta affumicata a dadini e rimestate un altro po’ con energia.

Accendete il forno e portatelo in temperatura a 180°

Rompete un uovo e sbattetelo in un piatto fondo; un uno piano, versate un po’ di pangrattato.

Ora prendete una cucchiaiata del vostro composto, con l’aiuto delle mani datele una forma cilindrica (o di polpetta che forse è meglio ancora).

Intingete e ripassate poi la crocchetta appena creata nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato curandovi che venga ricoperta per bene dalla panatura.

Ripetete l’operazione fin quando non terminate l’impasto.

A questo punto prendete una pirofila da forno, ungetela per bene con dell’olio extravergine d’oliva e poi adagiatevi le crocchette appena preparate.

Infornate per circa 15/17 minuti  premurandovi di girare più volte le crocchette durante il processo di cottura in modo che si dorino uniformemente.

Sfornate e servite le crocchette ancora calde.

Consiglio: se volete, invece di cuocerle al forno, potete tranquillamente friggere le vostre crocchette in padella in abbondante olio extravergine d’oliva oppure di semi di arachidi.

Crocchette di patate saporite

Crocchette di patate saporite

 

 

 

Vitello tonnato

Ah…signori….giù il cappello davanti al re degli antipasti piemontesi. Per quanto ci riguarda….una leccornia assoluta.

Non è troppo complicato da cucinare, serve solo tempo e pazienza, soprattutto per la cottura della carne.

Vedrete, il tempo impiegato non sarà nulla in confronto alla soddisfazione che ne avrete gustandolo.

Non vi resta che provare, ne rimarrete soddisfatti.

Ingredienti (dosi per 4 persone):

Per la preparazione della carne:

  • 600 gr. di girello di vitello
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 cipolla
  • 2 gambi di sedano
  • 1 carota
  • 1/2 litro di vino bianco secco di qualità
  • 4 chiodi di garofano
  • 4 foglie di alloro
  • 2 spicchi d’aglio
  • brodo (o acqua) q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • pepe q.b.
  • sale q.b.

Lavate le verdure in maniera scrupolosa, sbucciate l’aglio e la cipolla. Con l’aiuto di un tagliete, riducete a pezzi la carota, il sedano e la cipolla. Eliminate l’animella centrale dell’aglio.

Prendete una pentola capiente, versatevi un filo d’olio extravergine d’oliva e fatelo scaldare. Incorporate le verdure a pezzi ed il rosmarino. Adagiatevi dunque la carne e fatela rosolare su tutti i lati in modo che si “sigilli” per bene e mantenga al suoi interno gli aromi e le sostanze nutritive. Salate e pepate secondo i vostri gusti.

Continuate la cottura sfumando con il vino ed aggiungendo del brodo (o dell’acqua) quanto basta per mantenerne sempre una cottura liquida. Unite anche l’alloro ed i chiodi di garofano.

Lasciate dunque cuocere a fuoco basso per almeno un’ora e mezza (se poi sono due ore…forse meglio ancora). Consigliamo sempre e comunque di tenere sotto controllo la cottura.

Una volta trascorso il tempo necessario, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare in pentola con il fondo di cottura.

Per la preparazione della maionese tonnata, cliccate qui

Una volta freddata la carne, affettatela sottilmente e disponetela su un piatto da portata. Stendete la salsa sulle fette e guarnite con dei capperi.

Pronto da servire fresco in tavola. Un sicuro successo.

Vitello tonnato

Vitello tonnato

Search
Categories